Hjalmar Bergman


I MARKURELL A WADKÖPING

€ 16.00
Una cittadina di provincia, un giorno speciale e un dramma che si addensa sui suoi abitanti: tutto si svolge in poche ore, tra le case di Piazza della Legnaia e la taverna L'Alveare, relegata ai margini della città, nel borgo della "Montagna". Da una parte le famiglie bene di Wadköping, la tradizione, il savoir faire e l'associazione che li rappresenta, Il Presepe; dall'altra i Markurell: quelli venuti da fuori, quelli che fanno i quattrini col lavoro d'osteria e le speculazioni arrischiate. Se ne rispetta il successo ma non ci si vuol avere nulla a che fare. Lo stesso avvocato De Lorche, eminenza grigia della città, in privato ci traffica ma, in pubblico, non si è fatto certo problemi a cacciare di casa Johan, il figlio di quello scomodo sodale. E per H. H. Markurell un tale affronto si deve lavare. In fondo, Carl-Magnus De Lorche dovrebbe sapere che giocare con le azioni di borsa, in particolare con quelle degli altri, è molto rischioso, e che quando si perde può andar giù tutto un paese. All'alba del 6 giugno 1913 le nubi che coprono Wadköping non promettono niente di buono, e a peggiorare la situazione sono le notizie sulla prova di Johan all'esame di maturità… Per la prima volta, però, i protagonisti di questa nuova piccola grande epopea di provincia non saranno solo gli eroi di sempre, zia Rüttenschöld, Elsa e i De Lorche, ma ci sarà spazio anche per i forestieri, non più residenti ma veri e propri cittadini. I Markurell a Wadköping è un omaggio dai toni magici e divertiti al proprio paese natale e a tutte quelle cittadine che custodiscono ancora le incredibili gesta dei loro abitanti.

Anna Seghers


RIVOLTA DEI PESCATORI DI S. BARBARA

€ 15.00
In questa storia non conta l'esito della rivolta di un gruppo di pescatori del mare del Nord; conta il loro risveglio, il loro voler a tutti i costi sfuggire a uno stato di sonnambulismo in cui li hanno relegati anni di sfruttamento e di fame. È per questo che Hull ai loro occhi appare come una  gura messianica, perché è atteso come portatore di luce e speranza. Rivolta dei pescatori di S. Barbara, con uno stile epico dai chiari rimandi biblici, presenta al lettore un mondo avvinghiato ai suoi istinti animali, retto da regole e tradizioni ancestrali, da cui si rialzano personaggi come il taciturno Kedennek, che spezza le proprie catene con il coraggio e la lucidità di un guerriero, o come Andreas, il giovane sognatore bruciato dal desiderio di una vita libera e felice. Hull, al contrario, è l'enigma, l'uomo che porta con sé la rivolta ma che ha perso la  ducia in sé stesso e nei propri ideali. Lo stile lirico e al contempo ruvido e scarno di Anna Seghers tratteggia una realtà dove gli elementi naturali, il vento, il mare, la pioggia, sono protagonisti alla pari di quei pescatori e delle loro famiglie che, ripresi nelle bettole, ritratti sulla banchina o nelle loro povere case con indosso i miseri panni di ogni giorno, nell'arco di una stagione accarezzano il sogno dell'umanità ancora impossibile da realizzare.

Mário de Sá-Carneiro


LA CONFESSIONE DI LÚCIO

€ 15.00
Pubblicato per la prima volta in un'edizione italiana che tiene conto dello stile grafico-stilistico progettato dall'autore, La confessione di Lúcio è un testo stratificato che si delinea come un classico noir: un triangolo d'amore impossibile, una donna fatale, un omicidio e un colpevole. Ma sin dall'inizio ci si rende conto che la vicenda è solamente apparenza. È un simulacro che nasconde una seconda ammissione, molto più profonda, che germina a contatto con le riflessioni delle avanguardie che, nella Parigi di inizio Novecento, svelano la complessità dell'Io e la sua non unicità. Il doppio che spezza, frantuma e oltrepassa l'individualità è l'inizio di un processo che va a intercettare l'inconscio per riportarlo a galla, fino a obbligare il protagonista a confrontarsi con la propria sessualità. Il romanzo è il resoconto fedele di un delitto e di un'espiazione, che a ogni approccio propone una visione diversa: ammaliante e conturbante, onirica e disperata, sempre in bilico tra l'inconfessabile verità e la necessaria menzogna. La confessione di Lúcio è il trauma di accettare se stessi.

August Strinderg


MARE APERTO

€ 15.00
Cosa si è disposti a sacrificare per i propri principi? È questa una delle domande che Axel Borg sarà costretto a porsi una volta giunto su di una piccola isola di pescatori in qualità di ispettore. Colto, intelligente, fanaticamente convinto delle proprie ragioni, Borg scivolerà progressivamente in un gorgo da cui sarà impossibile uscire. In una società dove tutte le relazioni sono impostate sulla sopraffazione, Axel Borg lotterà contro la comunità che lo circonda, composta da gente rozza e diffidente, e contro Maria, la donna da cui è al contempo attratto e disgustato. In Mare aperto Strindberg si chiede quale sia il destino di un superuomo nel mondo contemporaneo e dà una risposta inattesa, che mescola disperazione e superiorità, solitudine e pessimismo, lasciando però nel lettore il dubbio che la convinzione di vivere in una realtà perennemente nemica si annidi in una mente raffinatissima ma illuminata da bagliori di disagio e follia.
"Quando Hull fu passato davanti a loro, le donne entrarono veloci nei tuguri."